Ultimi articoli

solidarieta-significato-770x439_c

Il nostro “stipendio”

Pubblichiamo un bellissimo post, datato 31/12/2017, scritto da Elena Benassi sul proprio profilo FB. I ringraziamenti vanno a lei per aver saputo esprimere al meglio le motivazioni per cui facciamo quello che facciamo da volontari.

 

“Lentigione di Brescello (RE) – 31/12/2017
Il mio 2017 é stato un anno meraviglioso, perché é stato l’anno in cui, io ed Alessandro siamo diventati una famiglia, l’anno della maturità e delle responsabilità. L’anno delle amicizie ritrovate. Un anno pieno di Amore.
Fino a tre settimane fa avrei voluto terminare questo messaggio così, perché il mio 2017 era quello e niente altro, ma poi, in un lampo, arrivò il 12 dicembre.
Non dimenticheremo mai quella corsa contro il tempo, quella devastante preoccupazione, la tensione di quelle ore. Era incredibile quanto lacerante vedere il nostro Lentigione in questo stato. Dopo l’amore era arrivata la distruzione.
Ma dopo quelle ore, dopo tutto ciò che non avrei minimamene immaginato, ho finalmente conosciuto la solidarietà, l’altruismo. Credo di aver ricevuto uno dei più grandi doni della vita. Perché ho potuto vedere e toccare con mano il lavoro incessante, encomiabile, gratuito, senza limiti che amici, parenti e volontari della Protezione Civile hanno compiuto, senza risparmiarsi.
Per vedere nuovamente quei pavimenti, per levare il fango da quelle pareti, per darci aiuto in tutti i modi possibili, portando ogni genere di bene, per ridarci un senso di normalità.
Un esercito armato di pale, scope, badili, cariole. C’è chi è venuto in bici con il carretto e ci ha portato un generatore, chi è venuto con l’idropulitrice, chi con the caldo, pane e salame, chi ha portato colazione e pasticcini, chi il brodo e i cappelletti, chi è rimasto per ore ad asciugare la caldaia e l’impianto elettrico, chi ha lavato i mobili, i tantissimi oggetti e ricordi con tanta attenzione, chi ha spalato fango per ore, ore ed ore, chi ci ha prestato una macchina.
Un ringraziamento particolare lo rivolgiamo ai ragazzi della Protezione Civile Bentivoglio – Gualtieri (RE) che con un’organizzazione impeccabile e armati di grande altruismo, si sono dedicati alla nostra casa alla nostra famiglia come se fosse la loro. Hanno lavorato incessantemente per ore e ore, fino all’ultimo raggio di sole della giornata, sempre con il sorriso sulle labbra, sempre con una buona parola per noi.
Posso dire che la mia vita è cambiata, perché ho finalmente conosciuto un qualcosa di cui non ero realmente a conoscenza, mi sento profondamente grata a voi tutti che non ci avete fatto sentire soli, che avete dato tutti voi stessi.
Un semplice GRAZIE non sarà mai abbastanza, ma spero possa arrivare simbolicamente nei vostri cuori come voi siete entrati, per sempre, nei nostri. Stefano, Alberto, Sara e Francesco, Martina con zia Anna e zio Silvano e tutta la famiglia, Sara Gloria, Manuel e Federica, Nicola e Samantha, Lilies, Vera, Wilmer, Riccardo (Hermann) e Silvia, Silvia, Marco e Celso, Marco e Maurizio, Alice, Greta, Joanna e Ethan, Gabriele, Alessandra con Alessandro e Pietro, Attilio, Lorenzo e tutta la famiglia Benassi allargata, i colleghi di mia madre, i tanti colleghi di mio padre della Maselli Misure S.p.a e tutti coloro (senza dimenticare nessuno) che ci hanno scritto, telefonato, offerto alloggio e ospitalità ed espresso la loro vicinanza in tutti i modi, anche con una parola.ù
GRAZIE, non lo dimenticheremo mai. Buon anno a tutti voi.
Elena Benassi 

Tags: